Diritto di rettifica

DESCRIZIONE

Ai sensi dell'art. 32-quinquies del Decreto legislativo 31 luglio 2005 n. 177, Il diritto di rettifica è la facoltà attribuita a chiunque si ritenga leso nei suoi interessi morali, quali in particolare l'onore e la reputazione, o materiali da trasmissioni contrarie a verità di richiedere - alla emittente radiofonica o televisiva locale (inclusa la concessionaria del servizio pubblico generale radiotelevisivo (RAI Veneto) – la trasmissione di un apposito testo di rettifica (purché non abbia contenuto che possa dar luogo a responsabilità penali).

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom) ha delegato al Corecom esclusivamente le competenze relative al sistema radiotelevisivo regionale. Non è possibile quindi presentare al Corecom istanze di rettifica riguardanti il settore della carta stampata, che rimane invece assoggettata alla disciplina generale della legge sulla stampa (legge 8 febbraio 1948, n. 47 – art. 8).

Prima di rivolgersi al Corecom, la richiesta di rettifica deve essere stata inoltrata, senza esito, alla emittente radiofonica o televisiva locale.
Il Comitato, verificata la fondatezza della richiesta, ordina all'emittente la rettifica; nel caso in cui essa non ottemperi, il Corecom trasmette la relativa documentazione all'Agcom che valuterà l’irrogazione della eventuale sanzione.

COME FARE

La richiesta di rettifica deve essere preliminarmente inoltrata all'emittente. Nel caso la richiesta di rettifica non venga accolta dall'emittente entro 48 ore dalla ricezione della richiesta, l'interessato potrà inoltrare al Corecom la relativa istanza.

L'istanza dovrà essere inoltrata al Corecom Veneto con una delle seguenti modalità:

- invio a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento;

- invio a mezzo PEC: corecom@consiglioveneto.legalmail.it


L’intervento del Corecom può essere richiesto anche dalla emittente radiofonica o televisiva locale, nel caso la stessa ritenga che non ricorrano le condizioni per la rettifica richiesta.

TERMINI

Il Comitato si pronuncia entro 5 giorni. 

Se il Comitato ritiene fondata la richiesta, emana l’ordine con il testo della rettifica, la quale dovrà essere messa in onda entro le ventiquattro ore successive.

QUANTO COSTA

Il servizio è gratuito.

 

ruesp83(Fabio Russo)